WPA XVII World cogress psychiatry berlin 2017
American Psychiatric annual meeting
EPA 2017
Xagena Mappa

Quetiapina come trattamento aggiuntivo per il disturbo bipolare I: efficacia nella prevenzione delle recidive di episodi depressivi


Scopo d i questo studio è stata la valutazione della risposta a lungo termine alla terapia aggiuntiva con Quetiapina ( Seroquel ) nei pazienti con disturbo bipolare I ( DSM-IV-TR ) che non avevano risposto in maniera adeguata alle terapie standard.

I pazienti, ambulatoriali, sono stati monitorati prima e dopo l’aggiunta di Quetiapina.
La gravità dei sintomi è stata misurata utilizzando la scala Clinical Global Impressions for Bipolar Disorder ( CGI-BP ), a cadenza mensile.

Sono stati osservati, in modo prospettico, 61 pazienti ( età compresa tra 18 e 68 anni ) per un periodo medio di 7,5 mesi ( da 3 a 18 mesi ) prima dell’aggiunta di Quetiapina, ed in seguito sono stati monitorati per un periodo medio di 15,7 mesi ( da 6 a 42 mesi ).
La dose finale media di Quetiapina è stata di 537,1 mg/d.

Prima dell’aggiunta di Quetiapina è stato registrato un tasso annuale di recidiva pari a 2,09 episodi, 0,94 episodi depressivi e 1,15 maniacali o misti.
In seguito all’aggiunta di Quetiapina, i tassi di recidiva annuale si sono ridotti a 0,61 episodi, 0,14 depressivi e 0,46 maniacali o misti.

Rispetto al periodo di trattamento aggiuntivo con Quetiapina, il rischio relativo di ricaduta prima della terapia con Quetiapina è stato di 3,4 per tutti gli episodi ( P
Questo studio di follow-up fornisce la prova dell’efficacia del trattamento aggiuntivo a lungo termine con Quetiapina nella prevenzione delle ricadute di episodi maniacali, misti o depressivi del disturbo bipolare I, ed in particolare nella prevenzione degli episodi depressivi. ( Xagena2007 )

Hardoy MC et al, Clin Pract Epidemol Ment Health. 2007;3: 17



Farma2007 Psyche2007


Indietro